• No products in the cart.
Cart Total:0,00 

MICROMACRAME’ | CREAZIONI E TUTORIAL | 2013

Questa mania è iniziata a fine primavera, per cui sono proprio agli inizi, devo sperimentare ancora moltissime cose, ma nella “memoria” delle mie mani c’erano decine di braccialetti dell’amicizia fatti da bambina, per cui una volta rientrata mentalmente nel meccanismo dei nodi sono diventata abbastanza veloce nella lavorazione perchè il metodo lo avevo già assimilato tanti anni fa … è un pò come andare in bicicletta!
Il primo modello di bracciale che ho realizzato è quello a foglie, di cui ho già fatto il tutorial
(per altro già molto visualizzato) inserito qui subito dopo le foto:

Poi ho realizzato il bracciale a onde, sempre con inserimento di perline da tessitura su filo specifico per macramè, io ho utilizzato il C-Lon Beading Cord, un filo sintetico di diametro 0.5 , con questo filo mi sono trovata abbastanza bene, ma essendo le mie primissime creazioni non so se esistano fili più validi.
Ho fatto poi alcune varianti sul modello del bracciale a foglie, inserendo una perla focale centrale forata, e creando due segmenti simmetrici da entrambi i lati, ho fatto anche alcuni tentativi per chiudere la lavorazione intorno a dei cerchi, ma ancora mi devo esercitare affinchè queste chiusure vengano più pulite possibile. Nel secondo bracciale al centro ho cucito un fiore di perline su una filigrana, tratto da una foto di una creazione di Ella Des, ma non eseguito identicamente.
Dopo questi braccialetti ho fatto i miei primi tentativi con le incasonature, ed anche in questo mi devo perfezionare, ma rimango comunque molto soddisfatta del risultato. Per primo ho realizzato un ciondolo piuttosto semplice, in cui ho proseguito la lavorazione macramè per tutta la collana, così non ci sono neanche parti metalliche.
Poi una collana molto più lavorata che mi piace moltissimo ed in effetti ho deciso di tenerla per me anche se non è creata nei colori che utilizzo abitualmente 🙂
Ho creato anche un paio di orecchini molto semplici, l’intenzione era di farne molti altri ma … non ho ancora avuto il tempo !!
Ho lasciato in stand by il micromacramè per diverse settimane, presa da altri impegni e progetti, e poi ho creato nuovamente altri bracciali con perla focale centrale, sfruttando anche alcune delle mie orchidee in pasta polimerica
( il tutorial per realizzare le orchidee lo trovate qui –> http://youtu.be/mMWJu9EEjSs )
Nel video qui di seguito mostro tutte queste creazioni e ne parlo un pò più approfonditamente, se avete voglia di sentirmi chiacchierare un pò delle mie creazioni, buona visione!


Il tutorial del primo bracciale in micromacramè , foglie, ha avuto un successo per me completamente inatteso, in pochi mesi ha superato le 20 mila visualizzazioni!!
E questo malgrado il fatto che a detta di alcuni le riprese siano ” a rovescio”, ma io ho girato il tutorial come tutti i precedenti, con la telecamera di fronte a me.
Ci ho pensato e ripensato, io ho guardato diversi tutorial di macramè e ce ne sono in entrambi i versi, ma forse inibiva la comprensione dei nodi. E’ anche vero che una volta capito come fare il nodo base, che è semplicissimo, si tratta solo di vedere come procede il lavoro e quali perline inserire.
Avevo girato il tutorial di un altro bracciale, ma andando a montare le riprese mi sono resa conto che per farle troppo ravvicinate sono finita per uscire fuori quadro (incidenti del mestiere… ogni tanto mi capita ancora) per cui lo ho rifatto e stavolta mi son detta che potevo fare qualche tentativo per girare il tutorial proprio come se io stessa guardassi le mie mani, quindi… con la telecamera in braccio!
Non è stato facile affatto, avere tutti questi fili da annodare e tenere la telecamera tra il mio corpo e le mie mani, ma alla fine ci sono riuscita… e non solo. Su suggerimento di un’amica, Daniela, ho ruotato parte del video ripreso normalmente, di 180° con il programma di editing… sapevo che si poteva fare, ma temevo che la prospettiva si distorcesse troppo, e invece il risultato è tutto sommato accettabile.
Per cui da adesso in poi basta telecamera in braccio, troppo scomodo, nei prossimi video di macramè mi limiterò a ruotare le riprese!!
A parte queste questioni tecniche, il primo bracciale, che non vedete qui fotografato, ed il secondo in color verde acqua, mi sono serviti di “rodaggio” per provare e collaudare numero e disposizione delle perline. In questa lavorazione, a differenza del precedente tutorial, ho scelto di lasciare alcuni fili scoperti tra un nodo e l’altro, invece di infilare su tutti le rocailles, il risultato estetico a me piace molto, se avete voglia di provare il micromacramè vi auguro buon divertimento e buona visione!


 

Diversi mesi fa ho ricevuto in omaggio alcune perle in ceramica di Saida Jama, la trovate su facebook nella sua fan page “Perla di Ceramica” e così abbiamo iniziato una collaborazione, sto svolgendo di tanto in tanto una serie di tutorial con le sue creazioni.
Avendo ricevuto questo elemento particolare con una serie di forature sui lati semicircolari, ho deciso di utilizzarlo come punto di partenza per una lavorazione in micromacramè, nel tutorial potrete vedere come fare tutta la parte di giunzione tra il ciondolo e la parte lineare dal motivo a foglie ed ho ripetuto anche la spiegazione del motivo a foglie, visto che nel primo video che ho fatto sul micromacramè a qualcuno risultava poco comprensibile perchè avevo la telecamera di fronte. Ora le riprese sono state ribaltate e cred che sia più facilmente comprensibile.
Poi questa collana ha avuto un piccolo incidente di percorso, poichè la ceramica è un pò delicata cadendo si è rotto l’elemento centrale, dopo lo sconforto iniziale mi sono messa d’impegno e ho creato un elemento in wire con filo di alluminio e filo di rame tinto in bronzo che riprende la forma della perla originale, a questo ho agganciato la mia lavorazione in micromacramè e nella parte superiore ho posizionato un cuore in ceramica, sempre opera di Saida, alcuni cristalli e delle perle di quarzo fumè… questa è la seconda versione , che a detta di molti e venuta anche meglio della prima.